Quando fare il bagno nello Stretto non era una buona idea

I fuorisede sono esploratori. Solcano i mari dell'Italia e del mondo alla ricerca di conoscenza, alla scoperta di mondi, alla conquista di destini. I fuorisede sono la moderna rappresentazione di Ulisse e del suo ostinato, insaziabile desiderio di viaggio.

Una delle più impressionanti avvenuture del protagonista dell'Odissea ebbe luogo proprio nelle acque dello Stretto, dai cui abissi due gigantesche e mostruose creature sorsero per offrirsi alla vista dell'eroe: Scilla e Cariddi.


Mostro atroce ed orrendo il primo, voragine terribile e divoratrice la seconda, Scilla e Cariddi furono nei secoli guardiani tremendi del pur infinitamente dolce ed incantevole lembo d'acqua azzurra che rapido recide la Sicilia dal resto della penisola italiana.

Non solo Omero, ma anche Dante, Virgilio e Ovidio accolsero ed interpretarono questa affascinante eredità mitologica attraverso le loro opere, nutrendone la tradizione fino ai giorni nostri, dove questi nomi riecheggiano nelle note e nelle danze dei gruppi folkloristici peloritani.


Fonte. https://messanakiamatrinacria.wordpress.com/miti-e-leggende/

11 visualizzazioni

FuoridiME - Associazione di Promozione Sociale, C.F. 97119290837 - Viale Principe Umberto 123 bis - Messina (ME), 98122 

Cellulare: +39 3452430862 - Mail: contatti.fuoridime@gmail.com - offsite.fuoridime@gmail.com