Miti e leggende



​​Le origini di Messina sono intrinsecamente legate al mito di Crono, riconosciuto in seguito dai romani come Saturno. Paolo Orsi, nel corso degli scavi archeologici effettuati nel 1929 in prossimità della piccola penisola di San Raineri, all’interno della zona falcata, fu protagonista di un ritrovamento di un insieme di reperti vascolari grazie ai quali formulò l’ipotesi della presenza di un tempio, probabilmente in onore di Crono, collegato alla fondazione della città.

Nella complessa ed affascinante mitologia greca si narra di come il dio Crono, in un atto di cieca e ribelle furia evirò con una piccola falce di selce il padre Urano così da poter prendere il suo posto nel mondo.

Quando la sua ira e la sua brama di potere si furono placate, Crono, dilaniato dal rimorso, volle disfarsi della sua arma. Lanciò in mare la falce, creando il porto di Messina. I monti peloritani (Saturnii) sono dedicati a Saturno, mentre la tomba di quest’ultimo, secondo un’altra leggenda, è nascosta all’interno dei Monte Scuderi.


30 visualizzazioni

FuoridiME - Associazione di Promozione Sociale, C.F. 97119290837 - Viale Principe Umberto 123 bis - Messina (ME), 98122 

Cellulare: +39 3452430862 - Mail: contatti.fuoridime@gmail.com - offsite.fuoridime@gmail.com