Dal Venezuela a Pescara, fino a Roma: “Casa è il posto che ti costruisci”. (ITA-ENG)



Nome: Gianfranco

Età: 23

Città natale: Maracaibo (Venezuela)

Sede ospitante: Roma

Sono nato a Maracaibo, la seconda città più grande del Venezuela, ma quando ho compiuto sei anni mi sono trasferito nella città natale di mio padre: Francavilla Al Mare, vicino Pescara.

In confronto ad altri studenti fuori sede, una caratteristica che mi contraddistingue è sicuramente la mia appartenenza a due diverse città e culture.

Cresciuto assorbendo elementi di entrambi i Paesi, mi ritengo in alcuni aspetti più sudamericano che europeo nella mia mentalità e nella mia vita quotidiana. Tuttavia, l’Italia rappresenta l’altra metà delle mie radici, il luogo in cui sono cresciuto e ho coltivato le mie amicizie.

Finito il liceo scientifico, ho dovuto affrontare una scelta importante: capire in quale città vivere per iniziare i miei studi universitari.

Ho subito pensato a Roma, la città eterna. Una città culturalmente stimolante, piena di opportunità lavorative. Inoltre, i romani sono molto socievoli e ritrovo questo elemento vicino ad entrambe le mie culture.

Da quattro anni studio alla LUISS e quest’anno ho iniziato la magistrale in Management (Corporate Finance). L’università offre servizi molto elevati e più validi di quelli che troverei in qualunque università abruzzese.

Oltre alla bellezza storica, Roma mi ha offerto la possibilità di conoscere persone con le quali ho costruito dei rapporti veri e duraturi. A volte non riesco ad immaginare che in futuro, per lavoro, potrei doverla lasciare.

In ogni caso, decidere di allontanarmi dalla mia famiglia e dal mio mondo quotidiano non è stato semplice: anche se mi sono adattato bene, il legame con le mie due città di origine resta sempre forte.

Fortunatamente posso raggiungere Pescara in poco più di due ore e quindi riesco a sopperire la mancanza di casa. Al contrario, il Venezuela sembra sempre irraggiungibile. Negli ultimi anni, però, sono entrato in contatto con una comunità italo-venezuelana nella capitale e ho preso parte ai vari eventi che sono stati organizzati.

Sono consapevole che il mio futuro lavorativo non sarà in Abruzzo, ma nel mio cuore resterà sempre quella voglia di tornare a casa anche solo per un po’.

A tutti coloro che devono ancora affrontare un cambiamento del genere posso suggerire di non scoraggiarsi. L’importante è riuscire a trovare nella quotidianità della vita da fuori sede quelle piccole cose che ci appaiono familiari e farle proprie per cogliere con entusiasmo la fortuna di vivere un’esperienza di questo tipo. Casa è anche il posto che ti costruisci.


Name: Gianfranco

Age: 23

Hometown: Maracaibo (Venezuela)

Current city: Rome

Compared to other offisite students, I believe there’s something which surely characterises me more than anything else: belonging to two different cities and cultures.

As a matter of fact, I was born in Maracaibo, the second largest city in Venezuela, but as soon as I turned six I moved to my father’s hometown: Francavilla al Mare, near Pescara.

I grew up assimilating elements of both countries and I believe to be more south American than European to a certain extent, especially in the way I think and I act in my everyday life. However, Italy represents for me the other half of my origins, the place when I grew up and I developed my deepest friendships.

Once I finish my high school years, I had to face an important choice: which city will best fit for me and for my university studies.

I suddenly understood that my best choice would have been Rome, the “eternal city”. Rome is certainly one of the most significant cultural center, but also a place full of job opportunities.

Moreover, people coming from Rome are very nice and sociable and this is something that reminds me my two cultures.

Nowadays, it’s been four years I’m studying at LUISS Guido Carli and I am currently attending a Master course in Management (Corporate Finance). LUISS offers a wide range of high standard services which, probably, I would have never found in any other university closer to my hometown.

In addition, being Rome the capital of Italy, I find it easier for students like me to get in touch with the complex world of job opportunities.

Beyond the historical beauty of Rome, this city gave me the chance to develop strong and real relationships with people from all over Italy. Sometimes, if I think about it, it seems difficult to me to imagine myself and my friends living apart for future working reasons.

Nonetheless, to leave my family and my everyday life has been a tough and difficult choice to make. Even if I have always felt good living in Rome, the bound with my two hometowns remains stronger than with any other place in the world.

On the one hand, I believe to be very lucky since I can easily reach Pescara in about two hours. On the other hand, Venezuela seems more far than ever. However, in the last years, I got in touch with an Italian-Venezuelan community in Rome and I took part to many organized events and this made me feel closer to South America.

At the moment, Rome is my hosting city but I do not exclude the possibility to move again.

Unfortunately, I am aware that my working future will never be in Abruzzo, even if in my heart the will to come back for a bit will always remain.

To all those who will face a similar experience and that will decide to move to another city for university or working reasons, my suggestion is to not feel discouraged. The secret to live happily and be satisfied is to find in your everyday lives all those simple elements that look familiar to your origins.

Moreover, offsite people should always remind themselves how lucky they are to have the chance to open their horizons and live such an experience like this. Home is not only the place where you come from or live with your family, home can sometimes be something you build by your own.

#FuoridiME #OffSite #OffSiteGeneration #FuoriSede #storytelling #Gianfranco #Maracaibo #Venezuela #Roma #Pescara

260 visualizzazioni

FuoridiME - Associazione di Promozione Sociale, C.F. 97119290837 - Viale Principe Umberto 123 bis - Messina (ME), 98122 

Cellulare: +39 3452430862 - Mail: contatti.fuoridime@gmail.com - offsite.fuoridime@gmail.com