"Credevo che Milano fosse una città grigia. Ho cambiato idea."



Nome: Francesco

Età: 23

Città natale: Rieti

Sede ospitante: Milano

Ho lasciato Rieti perché lì non c’è l’Università.

Anche se di recente è stato attivato qualche corso distaccato da La Sapienza, la maggior parte dei ragazzi di Rieti si sposta verso Roma, L’Aquila, Firenze o, come me, Milano.

Ho sempre immaginato Milano come una città dinamica ma al contempo grigia: da quando ci vivo, tuttavia, ho cambiato idea sul secondo punto.

La nuova sede mi ha accolto in modo favorevole. Mi trovo bene, ho un gruppo di amici provenienti da ogni parte d’Italia: più che “milanese”, la realtà che ho trovato è “fuorisede”, composita.

Siamo un bel gruppo e sfruttiamo le tante opportunità che questa città offre quotidianamente.

Vivere fuori mi ha responsabilizzato. Ho dovuto trovare un alloggio, gestirlo, fare la spesa, la lavatrice, sbrigare le faccende quotidiane e studiare senza nessun aiuto.

Per di più, il costo della vita a Milano è altissimo e col tempo ho iniziato a capire quali e quanti sfizi togliermi senza superare il mio budget.

Quando sono fuori alle volte mi sorprendo delle differenze di prezzo tra Milano e il resto d’Italia. Di certo la vita notturna ha costi molto più alti di altre città universitarie.

Il sistema dei trasporti funziona davvero bene, soprattutto se paragonato con altre città.

All’inizio lo ritenevo perfetto e ne ero sorpreso, oggi mi rendo conto che alcune zone periferiche non sono servite a dovere e questo crea qualche disagio se capita di spostarsi dal centro per eventi o serate.


Le distanze quotidiane, invece, possono essere percorse a piedi: è un modo piacevole di girare la città e di aggirare il traffico delle ore di punta.

L’integrazione all’inizio è stata difficile. Qui ho conosciuto persone che vengono da posti più grandi di Rieti e con abitudini ben diverse dalle mie. Superata l’ebbrezza del trasferimento, ho trovato anche qui la mia dimensione.

Trasferirsi in un posto come Milano comporta la scoperta di stili di vita anche molto lontani dal proprio e ho avuto bisogno di tempo per inserirmi nell’ambiente che volevo senza farmi travolgere dalla novità.

Mantengo molti contatti coi miei amici di Rieti. Spesso incontro un gruppo di concittadini sparsi in giro per l’Italia: essendo tutti fuorisede riusciamo a vederci poco, ma ormai la distanza è un elemento del nostro rapporto di amicizia.

La mia città d’origine ha molte potenzialità inespresse. Al di là dell’aspetto turistico, certamente sottosviluppato, la crisi ha portato alla chiusura di molte attività industriali e agrarie.

Mi piacerebbe portare da Milano la capacità di trarre il meglio da quello che si ha.

Rieti è una piccola chicca: alle volte è monotona ma, avendo viaggiato tanto, ho imparato ad apprezzarne gli aspetti più interessanti.

Non condivido l’atteggiamento del reatino che parte prevenuto verso la sua città, preferisco l’approccio più distaccato che ho acquisito trasferendomi al Nord.

Vedendo meno la mia città d’origine ho una tendenza alla nostalgia ma non stare a Rieti non mi pesa: mi manca di riflesso, quando penso alla mia famiglia e alle cose che ho lasciato lì.

Sono vari gli aspetti di Milano che vorrei portare a Rieti: l’imprenditoria, la mentalità di investire, l’idea di mettere in gioco i propri capitali aiuterebbero la mia città a crescere e a non vivere sempre sulla propria storia passata e sulle bellezze naturali.

Il mio consiglio a un neo-fuorisede è di scegliere Milano: è una città che consente di inserirsi nel mondo del lavoro in modo diretto e per di più è più accogliente di quanto sembra da fuori.

Secondo me la scelta dell’Università non può prescindere da una valutazione su quanto ci circonda, in primo luogo sull’economia, che qui funziona a dovere.

#FuoriSede #OffSite #OffSiteGeneration #FuoridiME #Others #storytelling #Francesco #Rieti #Milano

324 visualizzazioni

FuoridiME - Associazione di Promozione Sociale, C.F. 97119290837 - Viale Principe Umberto 123 bis - Messina (ME), 98122 

Cellulare: +39 3452430862 - Mail: contatti.fuoridime@gmail.com - offsite.fuoridime@gmail.com